LoxiBlog - Loximoro

COMUNICAZIONE ED ECOLOGIA INTEGRALE
Comunicazione ed Ecologia integrale
Vai ai contenuti

LoxiBlog

LIFEGREEN
back

VITELLONI NUCLEARI: IL CIRCOLO DEI SOSTENUTI

Eccone uno, dei tanti.... (vedi link a seguire)  motivi per cui la Francia (capofila di una certa teoria molta soggettiva e discutibile sulla sostenbilità...) con il suo 77% di produzione di energia elettrica da nucleare a fissione (poveri francesi...immagino quando ne dovranno fare a meno o i soldi per dismetterle......le centrali....) sta intessendo una certa battaglia in UE (grazie al contributo e aggiungo io, alla “collaborazione” del Joint Research Center  JRC, cioè maschera dell' EURATOM - report Greenpeace – vedi link a seguire). Battaglia, che probabilmente con dei precisi vincoli  già definiti,  vincerà su un breve e medio termine, anche perchè abbandonare a se in particolare il  blocco atomico francese significherebbe mettere in serio pericolo tutta la comunità globale. La contrapposizione che credo vedrà solo vincitori, vede dall' altro capo chi come la Germania (capofila) ma per motivi storici e referendari anche l' Italia....(al netto di inutili e indemocratici ritorni di fiamma di certi polituncoli)...,  giustamente, ha intenzione di portare avanti sopratutto altre validissime e già esistenti soluzioni  rispetto al decadente settore nucleare:  eolico (varie tipologie) , solare (vari tipologie), idroelettrico, vettori energetici primo fra tutti l' idrogeno (si auspica quanto prima verde....), geotermia (varie tipologie, per ultima quella della CCS) e non per ultimo il metano ecc, ecc....;
Anche il metano (temibile avversario del nucleare), che però non piace a "certa sostenibilità" e ad ambientalisti puri e duri....perché ai me ha il carbonio (fonte CO2).. .
Sicuramente giusto,  cioè che emette CO2... però, per una giusta e graduale transizione energetica e realmente sostenibile, è innegabile e oggettivo che il metano (CH4),  se gestito correttamente (ci sono già alcune direttive e vincoli stringenti che potrebbero funzionare per contenere fortemente la CO2) può contribuire considerevolmente a coadiuvare il passaggio all' economia energetica circolare, senza lasciare troppo spazio a dejavu molto più dannosi (non solo per la salute ma proprio per il vero sviluppo sostenibile)... come appunto il NUCLEARE a fissione che se lasciato libero di far danni” fagocitetebbe molte delle risorse economiche per la vera sostenibilità.

uno dei motivi......
ps. per chi dice che ce lo abbiamo a due passi il nucleare francese...rispondo che intanto le alpi ci proteggono da incidenti fino al 4/5 grado della scala Ines...ma la lista delle risposte è lunghetta....(il nucleare francese incide pe il 4 % circa sul nostro fabbisogno)---il resto...per un altro articolo.

Ma apriamo una macro parentesi: sono oramai alcuni anni che si sta facendo una campagna comunicativa volutamente mono corde e volutamente martellante sul problema della CO2 (se ricordate prima di questa fase si parlava di "controllo delle nascite"...primo tentativo che in soldoni ci diceva, siamo tanti serve energia...e che energia....? sempre la stessa....ma perchè? Perchè serve a fare bombe e perchè l' inerzia cioè la tendenza di un corpo (tutto il comparto nucleare) a conservare il suo stato, non è facile da annullare, anche se va a sbattere contro un muro.

Come sempre, ho sostenuto che i gas climateranti sono  UN (articolo indeterminativo maschile) grosso problema e anche serio, visto il coinvolgimento globale....ma ho anche parimenti sottolineato che è mistificante e non oggettivo confondere alterazioni climatiche quindi clima con salute , salute del nostro ambiente (intesa come sanita pubblica), la sua salubrità, la nostra qualità di vita.
Spesso se non sempre, gli esperti e i principali media compiacenti.....(molti, direi  prevalentemente quasi tutti...) dimenticano, ignorano,  o mentono sapendo di farlo,  di fare una distinzione netta tra alterazione  della concentrazione di gas serra (che guarda caso vi dò una notizia....non è solo la famigerata CO2..anzi c è di peggio...ad esempio proprio il vapore acqueo...) e contaminanti di tutti i tipi con i quali siamo messi a contatto quotidianamente e che realmente nel breve e/o nel lungo termine minano non solo alla salute  di noi individui ma soprattutto vanno ad alterare (per transgenerazionalitá) tramite quella cosa che si chiama DNA il sistema immunitario di figli, nipoti, pronipoti....ecc...insomma di generazioni di individui.
La lista di sostanze ed eventi che generano contaminazione è lunghissima,  mi limito solo a dire che questi, si , sono veleni che minano al nostro patrimonio genetico, generando malattie e cittadini "indeboliti" e quindi alla mercè di possibili ricatti.....avvolte le chiamano malattie rare (che sono talmente "rare" che ce le hanno sempre più persone ...), altre si chiamano tumori, infarti (quelli dovuti anche all' aria che respiriamo...), allergie di tutti i tipi....e chi ce ne ha più ce ne metta.
Certo ci si può difendere o "attaccare" sul fatto che da sempre si compete con il male e le malattie ma rispondo dicendo che esigere di vivere in un ambiente sempre più salubre oltre ad essere un diritto inalienabile è la garanzia che allontana il più possibile "certe complicazioni", figlie di un certo “progresso".... Azzerarle? .....quello no, però credo che pretendere di vivere in salute fino alla fine deve essere una metà a cui  si possa ambire a tutti i livelli sociali e stella polare di un vero progresso culturale :  il fatto che esistono complicazioni, però non deve neanche giustificare qualcuno a fare finta di niente e dare carta bianca a chiunque voglia contaminarci di scorie nucleari, PFAS, cromo esavalente, mercurio, PCB, amianto (asbesto), esalazioni e sversamenti chimici di ogni tipo (raffinerie e industri), polveri  PM10/2.5/0.1, ossidi di azoto (NOx) ossidi di Zolfo (SOx), diserbanti, anticritogrammici, erbicidi, fitofarmaci, tossine ecc ...

Detto questo, arrivo alla conclusione (che sarebbe un inizio..... più che altro): quando sentite parlare di emissioni di CO2, chiedetevi chi c è dietro, quali e quanti denari vengono investiti su tale argomento .... perché non investire gli stessi oneri lo stesso impegno e la stessa passione, anche su piaghe inquinanti molto più pericolose?  Ad esempio.., la nave  container affondata nell’Oceano Indiano al largo dello Sri Lanka ...(poco tempo fa .)...ha generato un inquinamento UNA CONTAMINAZIONE CHIMICA  marina....(ma sarà anche alimentare , aerea, terrestre....vedi ciclo dell' acqua.....)....invece, se ne parla (se ne è parlato...ora mai) giusto il minimo e spesso  erroneamente, si associa (come ad esempio la piaga delle micro plastiche) in un modo o nell' altro al clima e alla CO2.....come se tutto convergesse li, sulla CO2.....Oppure parlare dei milioni di tonnellate di acqua radioattiva gettata nel mar pacifico ain corrispondenza della centrale a FUKUSHIMA......Ancora, nessuno si ricorda più il disastro ambientale di Bento Rodrigues, una catastrofe avvenuta nel pomeriggio del 5 novembre 2015 a seguito del cedimento (calcolato..?) di un bacino di decantazione di una miniera di ferro (di propprietà della potentissima dinastia dei Rotchildù) presso il villaggio di Bento Rodrigues, nello stato brasiliano del Minas Gerais....acqua contaminata che è andata a finire sensa che nessuno facesse niente (costava troppo....Calcolato !!) nell' oceano atlantico; per non parlare della catastrofe ecologica della  piattaforma petrolifera Deepwater Horizon (British Petroleum) che provocò la fuoriuscita di un'immensa onda nera che si espanse nelle acque del Golfo del Messico, a circa 70 km al largo delle coste tra Louisiana e Texas.
E tanti altri, purtroppo....

Ma come ho evidenziato in vari post su Facebook  .....c è del marcio in Danimarca (Amleto - William Shakespeare).... cioè c è qualcosa di losco sotto....:
Ho sempre sostenuto che sotto c' è chi sfrutta certe giuste battaglie, si muove strisciando tra le righe.....Nel caso della CO2 ci sono “interessi nucleari"......il comparto sostiene di non produrre CO2 "durante la produzione". Posto che sia giusto solo se si considera unicamente la reazione nucleare (non parliamo di combustione) durante il periodo di attività, se invece si considera tutto il ciclo di vita di una centrale (dalla sua costruzione che spesso ritarda di anni e fa lievitare i budget, fino alla “mirabolante” dismissione) la CO2 c'è e come.
Ora nel 2021 , nel 21° secolo per sua maestà il mammut (in via di estinzione)  il nucleare a fissione,  si vuole semplificare tutto il problema della contaminazione ambientale  sui gas climateranti quindi nel caso specifico sulla CO2? Cioè per sostenibilità quindi l' importante è considerare la CO2 o invece  ampliare il nostro sguardo ad una sostenibilità che guardi ad un' ECOLOGIA INTEGRALE ed integrata.....ad un economia circolare e civile, che come ci insegna la natura si alimenta da sola ?
Ci sarebbero tanti disastri e realtà inquinanti che mietono morte  , appunto non per ultimo l' industria NUCLEARE, in silenzio e in modo invisibile (perchè spesso difficilmente riconducibile): quanti danni hanno fatto, stanno facendo e faranno esperimenti nucleari dai primi anni 50 ai anni 80/90....quanti incidenti oltre Treemiles Island, Chernobyl, Fukushima sono stati nascosti: conoscete l' incidente di Kyštym (1957...una vita direbbe qualcuno...si sbaglia....la radioattività considera la vita in modo diverso....), dal nome della zona più colpita, Kyštym, nell'Oblast' di Čeljabinsk, Russia; proprio in quella zona, proprio prima del covid 19 (nel mese di luglio 2019) ci fu in Siberia un dilagante incendio di proporzioni devastanti....Quella era ed è ancora una zona interdetta e altamente radioattiva....Immaginate il danno radioattivo insito nell' incendio ma nessuno disse niente a riguardo, si parlò solo del fatto che la grossa concentrazione di polveri e di CO2  avrebbe inciso nel riscaldamento globale, APPUNTO !! Magari qualcosa di vero pur c' era ma allora perchè non parlare del disboscamento dell' Amazzonia, fortemente incoraggiato dal presidente Bolsonaro (“fenomeno”, lui,  anche col Covid19)

Perchè?
Perchè  per riabilitare il mostro nucleare....di conseguenza non fa bene ricordare alla gente, al popolino,  della sua pericolosità.....Infatti ultimamente tutto tace e quel poco che trapela si insabbia o si minimizza quanto prima: incidente in Cina, fuga radioattiva nella centrale nucleare di Taishan, centrale con tecnologia EPR di ultima generazione operativa e  appunto costruita in collaborazione con i francesi. TUTTO NELLA NORMA, HANNO DETTO....Peccato che anche gli USA si sono accorti...; però hanno subito diluito il brodo, buttandola sul solito Risiko con la Cina e i Francesi li a mediare.....
Ma oltre ad incidenti ci sono stati....siti di stoccaggio scorie fuori controllo, siti illegali di rifiuti altamente tossici e nocivi, sversamenti illegali, (recentemente hanno beccato “imprenditori” Bresciani a scambiare fanghi altamente tossici per concimi magici...) in generale e peggio di tutto perchè in Italia ne siamo intrisi fino ai capelli, eco mafie
Oltre a ciò detto sul nucleare, parliamo della grande sete di acqua di cui le centrali atomiche hanno bisogno per esistere e funzionare : nel luglio 2019 a causa del caldo record e della siccità in Francia sono state sospese le attività di 8 centrali nucleari. Le centrali nucleari sfruttano l’acqua  di laghi e fiumi per raffreddare i reattori, ma le temperature record  limitano le risorse idriche, DI COSA VOGLIAMO PARLARE....un vero e prorpio OSSIMORO ; eppure si parla di consumo di acqua oramai anche per le azioni più quotidiane...anche per fare una maglietta, per una bistecca ecc......Qualcuno dice che sarebbe meglio mangiare insetti perchè gli allevamenti intensivi oltre a generare gas climateranti hanno bisogno di tantissima acqua....
Un altro nodo della fabbrica della fissione atomica, è il velo di segretezza che la caratterizza (qualcuno direbbe, per motivi di sicurezza....infatti, ma questo non è sicuramente un punto a favore)....: le centrali nucleari sono zone militarizzate ed invalicabile....uno dei principali problemi del nucleare, è proprio quel velo di non detto e la pochissima trasparenza che lo caratterizza da sempre.
Sono ovviamente siti sensibili ad attacchi terroristici: ci siamo dimenticati degli aerei sulle Due torri e al Pentagono (USA - 2001) o del pilota tedesco che si è schiantato insieme a tutto l' equipaggio e i passeggeri (150 persone) nelle alpi francesi (marzo 2015).
Il 23 luglio ci saranno le olimpiadi in Giappone, e indovinate un pò dove hanno costrito il villaggio olimpico (J-villagge) ? Proprio a Fukushima, perchè negare l' evidenza e far dimenticare è prorpio l' intento di questa operazione di green washing: rifarsi il trucco, una spruzzata di verde.

Dicevo, industria nucleare, appunto,.......che morente da decenni...(che che se ne dica) ora, per ottenere soldi quindi “ossigeno” dal NGEU (New generation EU) vuole rientrare tra le realtà energetiche sostenibili, entrando nella nuova "Tassonomia ambientale EU" , serie di nuove regole/direttive sull ambiente e la sostenibilità per cui , se ci entri e/o stai alle regole (non è detto che sia sempre giusto, perchè non ci dicono mai chi realmente c' è dietro...), puoi prendere soldi PUBBLICI.. ...e sovvenzioni, in caso contrario devi andare avanti con le tue gambe, e questo il nucleare ...non se lo può permettere proprio.... Essendo da sempre, il comparto in vita solo se finanziato da ingenti finanziamenti pubblici (che compensano le poco  famose quanto però gravose e improduttive esternalizzazioni del industria atomica), da alcuni anni a questa parte,  stanno facendo di tutto per entrare a pieni voti nel "circolo dei sostenibili"....che nel caso specifico direi più appropriato dire IL CIRCOLO DEI SOSTENUTI

Link per chi vuole altre info e/o feedback



powered by Lorenzo Sbaffi
Torna ai contenuti